REGIONE TOSCANA

IL RUOLO DI REGIONE TOSCANA NEL PROGETTO 3iPlus

La Regione Toscana è il partner Capofila ed il responsabile della gestione generale di tutte le attività. Coordina il partenariato ed i sottoprogetti, sovrintende all’avanzamento fisico, procedurale e finanziario. È il garante della corretta attuazione verso l’Autorità di Gestione del Programma Transfrontaliero Italia - Francia Marittimo 2007-2013.

Il suo ruolo è fondamentale nell’attività strutturale e caratterizzante inserita nel sottoprogetto A: “Implementazione del modello organizzativo e dell’infrastruttura di cooperazione e interoperabilità”, oltre ad essere partner nel Sottoprogetto B “Progettazione ed implementazione di un travel planning multidevice” e nel Sottoprogetto C – “Progettazione e implementazione di servizi basati sulla localizzazione territoriale”.

Il Sottoprogetto A prevede infatti la creazione di una piattaforma che integrando le informazioni, presenti nei differenti database locali, garantirà la continuità informativa su tutto il territorio di cooperazione. La Regione Toscana, al fine di costituire e gestire attività così complesse, attiverà le seguenti risorse organizzative e le relative infrastrutture tecnologiche:

  • Progettare la piattaforma tecnologica (architettura ICT)
  • Mettere a punto un modello di governance della piattaforma
  • Creare le interfacce tra la piattaforma e gli attori esterni, ossia le interfacce per l’acquisizione dei dati e per l’erogazione dei diversi servizi agli utenti finali.
  • Elaborare un piano di gestione e manutenzione dell’infrastruttura.

Il Sottoprogetto B prevede che la Regione Toscana collabori alla definizione degli standard comunicativi con la piattaforma tecnologica, allo sviluppo del travel planner e alla definizione delle modalità di erogazione delle informazioni.

Il Sottoprogetto C ritaglia alla Regione Toscana la responsabilità di definire i contenuti informativi da mappare e, in particolare, di individuare le categorie dei Punti di interesse (ad es. parcheggi, paline di fermata bus, stazioni di scambio modale, aree di car sharing, etc…) e i relativi accordi sui livelli di servizio previsti.

ESPERIENZE DI INFOMOBILITA'

La Regione Toscana vanta una lunga esperienza riguardo alle iniziative che tendono ad informare i viaggiatori circa le condizioni del traffico in tempo reale.

Il progetto strategico 3i Plus non nasce isolato, ma scaturisce dall’esperienza maturata nella realizzazione del precedente 3i. Anche questo progetto è stato gestito da Regione Toscana come capofila e realizzato nell’ambito del Programma Transfrontaliero Italia / Francia Marittimo.

La Regione Toscana da molto tempo si è dotata di sistemi intelligenti di trasporto, impostando un percorso strategico attraverso successivi atti di programmazione:

  • Azioni Progettuali 1.7.7 e 1.7.8 “Servizi informativi e telematici per l’infomobilità” contenute nel PIR 1.7 “Accessibilità territoriale, mobilità integrata” del PRS 2006-2010; 
  • Attività 4.4 “Realizzazione di una infrastruttura informativa geografica per l’accessibilità: i-mobility” dell’Asse 4 “Accessibilità ai servizi di trasporto e di telecomunicazioni” nel Programma Operativo Regionale Competitività Regionale ed Occupazione 2007 – 2013 (POR – CreO); 
  • “Documento Regionale di indirizzo per l’Infomobilità 2008-2010” approvato con Delibera di Giunta Regionale n. 639 del 04/08/2008.

A seguito delle decisioni assunte si è realizzata la piattaforma i-mobility, a seguito della quale sono stati avviati alcuni progetti ed iniziative di infomobilità che coprono le seguenti aree di intervento:

AREA DI INTERVENTO PROGETTI REGIONALI
1. Realizzazione e Aggiornamento Basi Informative - Iter.net
- Banche Dati Geografiche per l’Infomobilità
2. Gestione Trasporto Persone - Automatic Vehicle Monitoring
3. Gestione del Traffico - Mobility Information Integration Center
- 14 progetti di Province e Comuni finanziati nella Linea di Intervento 4.4a
del POR-CReO
- Monitoraggio Traffico Strade Regionali
- Meteo Mobility
4. Distribuzione dei Contenuti - Portale della Mobilità

Il progetto "Iter.net"

Il progetto Iter.net, avviato con DGR n. 44/2006, ha realizzato una rete di cooperazione diffusa su tutto il territorio regionale, capace di gestire (integrazione ed aggiornamento) nel tempo gli strati informativi STRADARIO, GRAFO STRADE, INDIRIZZARIO. Partendo da una prima versione del grafo regionale delle strade (composto da 37.253 km di strade) e dell’archivio dei numeri civici (753.790 numeri civici già raccolti), la Regione Toscana e gli Enti Locali hanno continuato il lavoro di integrazione ed aggiornamento delle informazioni in essi presenti.

Il progetto "Banche Dati Geografiche per l’Info mobilità"

Contemporaneamente all’implementazione dell’archivio relativo a strade ed indirizzi, è stato avviato con la DGR n. 737/2007 il progetto “I-MOBILITY – Infrastruttura informativa geografica per l’accessibilità territoriale on demand”, che, tra le attività principali, prevedeva la realizzazione di una banca dati integrata a livello regionale per grafo strade, numeri civici, ordinanze inerenti la viabilità, orari e corse del trasporto pubblico locale (bus, tram, treni, traghetti).

L’obiettivo principale è di aggiornare costantemente l’archivio delle corse (comprensivo di percorsi ed orari) programmate dalle aziende in base ai contratti di servizio per tutte le modalità di trasporto (bus, tram, treni, traghetti).

La prima fase del progetto si è conclusa a giugno 2012, ed adesso è in attuazione la seconda fase come stabilito dalla DGR n. 797/2011.

Il progetto "MIIC - Mobility Information Integration Center"

Il nuovo progetto MIIC si compone di alcune azioni esecutive individuate ed esperimentate nella piattaforma i-mobility. L’azione MIIC “Mobility Information Integration Center” ha il compito di definire le specifiche tecniche ed organizzative del centro di integrazione delle informazioni in tempo reale sul territorio regionale. Il MIIC ha altresì il compito di fornire le informazioni riguardanti il posizionamento dei mezzi, lo stato dei parcheggi, i flussi di traffico e la presenza di eventuali emergenze, integrate con altri dati regionali, sia ai propri operatori che a particolari categorie di Enti che ne facciano richiesta. Le informazioni inoltre possono essere usufruite anche da altri sistemi informativi regionali tramite un accesso via web service (B2B).

La prima fase di attuazione del MIIC si è conclusa a giugno 2012, ed adesso è in corso la seconda fase come stabilito dalla DGR n. 797/2011.

La completa funzionalità del MIIC è basata sulla raccolta, la diffusione e l’integrazione di informazioni real-time da parte dei soggetti gestori di strade (Province, Comuni), parcheggi (Comuni) e trasporto pubblico (Aziende TPL).

Alcuni progetti in corso atti a soddisfare tali esigenze:

  • 14 progetti comunali  finanziati nell’ambito della Linea di Intervento 4.4a del POR-CReO.
    Tali progetti prevedono la partecipazione di Province e Comuni con l’obiettivo di realizzare sistemi tecnologici per la gestione di informazioni real-time su strade, viabilità, parcheggi e traffico;
  • il progetto Monitoraggio Traffico Strade Regionali per l’installazione di 30 sensori per il rilievo dei flussi di traffico sulle strade regionali. 
  • il progetto Meteo Mobility, in corso di attuazione da parte del Lamma, per l’installazione di 10 sensori per il rilievo delle condizioni meteo sulle strade con effetti sulla circolazione (neve, ghiaccio, ecc…). 
  • il progetto Automatic Vehicle Monitoring (AVM), che prevede l’installazione di dispositivi di localizzazione satellitare su tutti gli autobus operanti in Toscana per il monitoraggio real time e per la certificazione del servizio svolto.

L’installazione dei dispositivi AVM permette la conoscenza in tempo reale delle seguenti informazioni:

  • rilevazione georeferenziata del posizionamento del mezzo di trasporto identificato con riferimento temporale;
  • rilevazione del ritardo del mezzo di trasporto con il delta con l'orario previsto;
  • identificazione e calcolo del tempo necessario per raggiungere la fermata successiva.

Il progetto AVM è stato avviato con la DGR n. 324/2006 per l’area fiorentina e successivamente, con la DGR n. 860/2007, esteso a tutto il territorio regionale.

Il Portale della Mobilità Muoversintoscana

La vetrina che raccoglie e presenta tutti i progetti è il portale dei trasporti regionali Muoversintoscana. Ilsito muoversintoscana.regione.toscana.it fornisce le informazioni e gli orari di treni, bus e tram, oltre alla possibilità di calcolare un percorso di viaggio usufruendo dei mezzi pubblici e privati.

Il servizio disponibile sul portale Muoversintoscana è gestito dall’Osservatorio Regionale per la Mobilità ed i Trasporti. Offre inoltre informazioni aggiornate su scioperi, ordinanze ed eventi, permette di calcolare il costo degli abbonamenti intermodali Pegaso, fornisce mappe navigabili del territorio e su di esse consente di individuare porti, stazioni e fermate di autobus.